You are here

Notizie in primo piano

20/07/2018

Lavorate con sostanze pericolose o gestite persone che lo fanno? Avete bisogno di ulteriori informazioni su come valutare e gestire i rischi? In questo caso, date un’occhiata alla nuova e completa banca dati sugli strumenti pratici e la guida sulle sostanze pericolose, con collegamenti a risorse e strumenti audiovisivi chiave degli Stati membri, dell’UE e oltre. Nella banca dati troverete nuovi studi di caso creati per l’attuale campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri», che forniscono esempi di vita reale di buone pratiche nella gestione di sostanze pericolose.

12/07/2018

L’EU-OSHA è un partner ufficiale della campagna mondiale Visione Zero (Vision Zero) e collabora alla diffusione del messaggio secondo il quale tutti gli incidenti, i danni e tutte le malattie sul lavoro si possono prevenire adottando le misure adeguate in tempo utile. Nell’approccio alla prevenzione di Visione Zero, la sicurezza, la salute e il benessere sono integrati in tutti i livelli di lavoro. Grazie alla sua flessibilità, Visione Zero offre vantaggi a tutti i luoghi di lavoro, a tutte le imprese e industrie in ogni regione del mondo.

02/07/2018

La “presidenza verde” promuoverà la sostenibilità e concentrerà la propria attività su tre aree a livello di UE: sicurezza e migrazione, prosperità e competitività attraverso la digitalizzazione, e stabilità nei paesi del vicinato. Inoltre, durante il suo mandato è prevista la conclusione dei negoziati sulla modifica della direttiva sugli agenti cancerogeni.

Per saperne di più

26/06/2018

L’EU-OSHA è lieta di poter contare nuovamente su un numero così elevato di partner ufficiali della campagna e di partner provenienti dal mondo dei media per la campagna 2018-19 “Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose”.

Il loro impegno a promuovere la gestione proattiva delle sostanze pericolose nei luoghi di lavoro europei sarà un elemento fondamentale per il successo della campagna, in quanto fornirà numerose occasioni per la creazione di nuovi contatti e per lo scambio di buone pratiche sul luogo di lavoro.

22/06/2018

Una nuova relazione passa in rassegna i risultati della più recente analisi ESENER-2 condotta dall’EU-OSHA, concentrandosi sui rischi psicosociali. Da questa si evince che l’impegno della dirigenza e il coinvolgimento dei lavoratori sono fondamentali per proteggere i lavoratori europei da tali rischi.

Tuttavia, anche il contesto nazionale è importante. Un’economia solida, buone iniziative nazionali in materia di salute e sicurezza sul lavoro nonché fattori culturali sono tutti aspetti che contribuiscono al raggiungimento di più elevati livelli di gestione dei rischi psicosociali.

Pages