Glossary

ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZp
A
Assenteismo

Assenze dal lavoro non preventivamente programmate pianificate (talvolta ripetute per un certo periodo di tempo), quando si sarebbe dovuto lavorare

C
Capacità lavorativa

Riflette l’equilibrio tra le richieste di lavoro e le risorse (personali) individuali, ad esempio in termini di tipo di lavoro, carico di lavoro, organizzazione del lavoro, salute, competenze, valori, atteggiamenti e motivazione.

Carico muscolare statico

Si tratta di uno sforzo che i muscoli devono fare per mantenere una posizione senza spostarsi, ad esempio mantenere un braccio senza spostarlo, o stare in piedi o seduti nella stessa posizione senza potersi spostare.

Cessazione anticipata del servizio/pensionamento anticipato

La cessazione anticipata del servizio/il pensionamento anticipato dal lavoro per motivi di salute costituiscono una situazione che si verifica quando si lascia il proprio lavoro prima della normale età per smettere di lavorare (andare in pensione) a causa dello stato di salute.

D
Disturbi (muscoloscheletrici) agli arti inferiori legati al lavoro

Disturbi che colpiscono le estremità inferiori, in particolare l’anca, il ginocchio e i piedi, che sono causati o aggravati principalmente dal lavoro e dagli effetti dell’ambiente circostante in cui viene svolto.

Disturbi (muscoloscheletrici) degli arti superiori legati al lavoro

Disturbi che colpiscono il collo, le spalla, le braccia, la mani, i polsi e le dita, causando dolore, disagio, sensazioni d’intorpidimento e formicolii, che sono causate o aggravate primariamente dal lavoro e dagli effetti dell’ambiente circostante in cui viene svolto.

Disturbi lombari legati al lavoro

Tra i DMS lombari legati al lavoro si annoverano problemi a carico dei dischi intervertebrali, lesioni ai muscoli e ai tessuti molli.

Disturbi muscolo-scheletrici (DMS) lavoro correlati

I disturbi muscolo-scheletrici correlati al lavoro sono compromissioni delle strutture corporee, quali muscoli, articolazioni, tendini, legamenti, nervi, ossa e il sistema circolatorio periferico, che sono causati o aggravati principalmente dal lavoro e dagli effetti dell’ambiente circostante in cui il lavoro viene svolto.

DMS acuti

Rapida insorgenza di disagi di breve durata a causa dell’esposizione a rischi di DMS. Un effetto acuto sulla salute potrebbe anche essere definito come un effetto di breve durata

DMS cronici

Disagi di durata medio-lunga causati dall’esposizione ai rischi di DMS. Un effetto cronico sulla salute potrebbe anche essere definito come avente un impatto a lungo termine o come una malattia a lunga latenza

F
Fattori di rischio di DMS

Diversi gruppi di fattori possono contribuire ai DMS, tra cui fattori fisici, biomeccanici, organizzativi, psicosociali, oltreché individuali e personali.

Fattori fisici o biomeccanici

Le posture e i movimenti di lavoro possono essere dannosi a causa della ripetizione, della durata, o dello sforzo. Per esempio, i seguenti sono fattori di rischio fisico: sforzi fisici gravosi (sforzi vigorosi), sollevamento di carichi pesanti, posizioni disagevoli, incarichi di lavoro prolungati, mantenimento prolungato della posizione da seduto o in piedi, e mansioni lavorative che devono essere svolte ripetutamente o con grande precisione.

Fattori individuali e personali

Età, genere, altezza, lunghezza delle braccia, idoneità fisica, anamnesi medica precedente, mancata conoscenza delle tecniche di lavoro e delle procedure di sicurezza possono essere fattori di rischio di DMS se non sono correttamente gestiti.

Fattori organizzativi

Il modo in cui il lavoro è organizzato, in termine di numero di ore consecutive, opportunità di pausa lavoro, ritmo di lavoro, e variazione delle mansioni lavorative, incide sulla pesantezza dell’attività di lavoro fisico.

I
Intervento precoce

Adozione di misure, come la messa a disposizione di un sostegno professionale, di una rapida consultazione e di una diagnosi rapida, l’adeguamento dell’ambiente di lavoro, non appena compaiono i sintomi. Ciò riduce significativamente la possibilità che il lavoratore si assenti dal lavoro per lunghi periodi. Un intervento precoce può ridurre l’assenteismo e generare risparmi concreti per i sistemi sanitari e di protezione sociale nazionali.

L
Lavoro sedentario

È un lavoro in cui si è seduti per la maggior parte del tempo di lavoro, o in cui si è seduti ininterrottamente per lunghi periodi di tempo.

M
Mappatura corporea

Una mappa del corpo umano è un’immagine che mostra quale(i) parte(i) del corpo di un lavoratore si feriscono, si ammalano o sono sottoposte a tensione a causa del lavoro svolto.

Mappatura della pericolosità

Una mappa della pericolosità mostra i luoghi in cui esistono problemi legati alla salute e sicurezza sul luogo di lavoro. Questi problemi causano malattie, ferite e tensioni per i lavoratori.

p
pericolo

evento fisico, fenomeno o attività umana potenzialmente dannosi che possono causare decesso o lesioni, danno alle cose, problemi socioeconomici o degrado ambientale

P
Postura

La postura è la posizione della testa, del tronco e degli arti del corpo. Una postura attiva richiede l’azione coordinata di numerosi muscoli e strutture all’interno del corpo. Le posture attive possono essere statiche o dinamiche.

Postura dinamica

Le posture dinamiche si riferiscono ad allineamenti del corpo che si verificano quando il corpo e/o gli arti sono in movimento, quali gli spostamenti a piedi.

Postura statica

Una postura statica si ha quando si mantiene una posizione per un lungo periodo di tempo. Tra gli esempi figurano lo stare in piedi, seduti, o in ginocchio

Presentismo

Azione dei dipendenti, che lavorano nonostante una malattia che giustifichi un’assenza e, di conseguenza, svolgono il loro lavoro in condizioni sub-ottimali

Psicosociale

Un carico di lavoro eccessivo e un’elevata intensità lavorativa possono aumentare i livelli di stress dei lavoratori, il che, a sua volta, può aumentare la loro tensione muscolare e la loro sensibilità al dolore. Inoltre, anche la mancanza di controllo sulle attività di lavoro, o sul ritmo a cui esse vengono svolte, oltre alla mancanza di supporto da parte dei colleghi e della dirigenza, possono aumentare il rischio di DMS. Ciò è dovuto al fatto che, se i lavoratori si sentono troppo sotto pressione sul lavoro, ciò impedisce a costoro di adottare le precauzioni necessarie o di adottare posture e pratiche di lavoro sicure e, di conseguenza, i fattori psicosociali diventano fattori di rischio per i DMS.

R
Riabilitazione

Un processo di ripristino dei livelli ottimali di funzionalità fisica, sensoriale, intellettiva, psicologica e sociale del paziente.

Rischi

Per rischio si intende la possibilità, elevata o ridotta, che qualcuno possa patire un danno da un determinato pericolo.

Ritorno al lavoro

Il ritorno al lavoro è uno sforzo coordinato finalizzato alla conservazione del posto di lavoro e alla prevenzione dell’uscita anticipata dal mondo del lavoro, che comprende tutte le procedure e gli interventi volti a proteggere e promuovere la salute e la capacità lavorativa dei lavoratori e a facilitare il reinserimento nel luogo di lavoro di chiunque subisca una riduzione della capacità lavorativa dovuta a lesioni o malattie.

S
Seduta dinamica o seduta in movimento

Significa muoversi o cambiare posture mentre si è seduti

V
Valutazione dei rischi

La valutazione dei rischi è un processo di valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori derivanti da pericoli presenti sul luogo di lavoro. Consiste in un esame sistematico di tutti gli aspetti dell’attività lavorativa, volto a stabilire:cosa può provocare lesioni o danni;se è possibile eliminare i pericoli e, nel caso in cui ciò non sia possibile;quali misure di prevenzione o di protezione sono o devono essere messe in atto per controllare i rischi.

Valutazione del rischio che tiene conto del al genere

Inserisce le problematiche legate al genere nella valutazione dei rischi negli ambienti di lavoro

Valutazione del rischio che tiene conto delle sensibile alla diversità

Prende in considerazione la diversità della forza lavoro nella valutazione e nella gestione dei rischi professionali.