Sondaggio sull’esposizione dei lavoratori concernente i fattori di rischio di cancro in Europa

Secondo le stime, il cancro causa il 53 % di tutti i decessi professionali nell’UE e in altri paesi sviluppati. Pertanto, la disponibilità di dati attendibili sull’esposizione ai fattori di rischio di cancro sul luogo di lavoro sono fondamentali per la sicurezza e la salute dei lavoratori, nonché per un’economia produttiva e sostenibile.

L’EU-OSHA prevede di effettuare un sondaggio sull’esposizione dei lavoratori concernente i fattori di rischio di cancro in Europa al fine di individuare meglio tali fattori responsabili per la maggior parte delle esposizioni. Il sondaggio esamina anche le situazioni di esposizione più diffuse nonché il numero e le caratteristiche dei lavoratori esposti a una serie di fattori di rischio di cancro, tra cui l’amianto, il benzene, il cromo, gli scarichi del motore diesel, il nichel, la polvere di silice, le radiazioni UV, la polvere di legno e altre sostanze. Il sondaggio ha lo scopo di elaborare campagne di sensibilizzazione e misure preventive più mirate e di contribuire alla definizione delle politiche basate su dati oggettivi.

Sulla base di un’indagine australiana di successo, nel 2017 è stato completato uno studio di fattibilità su un sondaggio volto a valutare le esposizioni dei lavoratori agli agenti cancerogeni. I lavori preparatori hanno inizio nel 2020 al fine di esaminare i paesi in cui il sondaggio sarà effettuato per la prima volta e compiere i primi passi per predisporre la metodologia e adattare il modello australiano al contesto europeo.

Leggi la sintesi del progetto sulla nuova indagine

Lo sviluppo e la realizzazione del sondaggio avverranno nel 2021 e nel 2022, mentre la pubblicazione dei primi risultati è prevista per il 2023. In seguito a una valutazione del 2024 si deciderà in merito all’estensione del sondaggio ad altri paesi e fattori di rischio.