You are here

Malattie sul lavoro

In linea con il quadro strategico dell’UE in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014-2020, una delle priorità dell’EU‑OSHA è sostenere le attività di prevenzione delle malattie correlate al lavoro. L’obiettivo non consiste unicamente nel migliorare le vite dei singoli lavoratori, bensì anche nel ridurre al minimo i costi delle malattie e dei decessi lavoro-correlati .

Il numero di infortuni sul posto di lavoro è diminuito del 25 % negli ultimi 10 anni. Si stima, tuttavia, che le malattie correlate al lavoro causino ancora 2,4 milioni di decessi in tutto il mondo ogni anno, 200 000 dei quali in Europa. 

Il lavoro dell’EU-OSHA in materia di malattie correlate al lavoro mira a fornire una base comprovata di conoscenze per la prevenzione, l’elaborazione delle politiche e le attività pratiche. Un altro importante obiettivo è quello di fornire una migliore panoramica della portata delle malattie professionali.

Le malattie correlate al lavoro comprendono:

Progetti attuali

Nel 2015 l’EU-OSHA ha avviato un progetto generale che riguarda tre ambiti di ricerca, politiche e pratica in materia di malattie sul lavoro:

Definizioni e regolamenti

Per «malattia correlata al lavoro» si intende qualunque malattia causata o aggravata da fattori ambientali nel luogo di lavoro. Rientrano in questa definizione le malattie che hanno cause complesse, che riguardano una combinazione fra fattori professionali e non legati al luogo di lavoro.

Per «malattia professionale» si intende qualunque malattia causata principalmente dall’esposizione a un fattore di rischio fisico, organizzativo, chimico o biologico, ovvero a una combinazione di tali fattori, nei luoghi di lavoro. Le malattie professionali sono essenzialmente quelle indicate nelle norme nazionali come malattie risultanti dall’esposizione ai fattori di rischio nei luoghi di lavoro. Il riconoscimento di una malattia professionale può essere associato a un risarcimento, se emerge chiaramente l’esistenza di un nesso causale tra l’esposizione nel luogo di lavoro e la malattia.

L’elenco europeo delle malattie professionali offre raccomandazioni su quali malattie professionali siano da includere negli elenchi nazionali degli Stati membri. Offre altresì raccomandazioni sull’introduzione di regole in materia di risarcimento, prevenzione e raccolta di dati statistici.

I documenti di orientamento a livello dell’UE e a livello nazionale definiscono i criteri diagnostici e di esposizione per riconoscere una malattia sul lavoro come una malattia professionale da includere negli elenchi. Ulteriori criteri si applicano al risarcimento, che è in gran parte dei casi associato a livelli minimi di infortunio o inabilità al lavoro. Numerosi Stati membri pubblicano in relazioni annuali i dati sulle malattie professionali riconosciute, ad esempio sullo stato della sicurezza e salute sul lavoro.

Quali sono le cause delle malattie sul lavoro?

Molti tipi di malattie, compresi i tumori, i disturbi respiratori, i disturbi cardiovascolari, le malattie della pelle, i disturbi muscolo-scheletrici e i problemi di salute mentale, possono essere causati o peggiorati dal lavoro. Sebbene le cause alla base di tali malattie possano essere complesse, taluni tipi di esposizione nei luoghi di lavoro contribuiscono notoriamente allo sviluppo o alla progressione di una malattia, tra questi l’esposizione a:

È importante monitorare attentamente i rischi associati a tali esposizioni, nonché la loro combinazione reciproca e i cambiamenti nei modelli lavorativi.

Sensibilizzare e promuovere la prevenzione

Fra le buone pratiche a livello aziendale rientra la promozione di una cultura della prevenzione dei rischi e del benessere sul posto di lavoro. È altresì fondamentale che le aziende affrontino e gestiscano i rischi e rispettino una gerarchia della prevenzione.

Altri modi per ridurre l’insorgenza di malattie correlate al lavoro consistono nella realizzazione di un monitoraggio proattivo per prevenire danni alla salute e di un ambiente lavorativo più sano attraverso attività di promozione della salute sul posto di lavoro.