You are here

Criteri di partecipazione

 È scaduto il termine ultimo per partecipare ai premi per le buone prassi nell’ambito della sicurezza e della salute sul lavoro.

Quali tipi di buone prassi saranno accettati?

Sono accettati esempi pratici di come lo stress lavoro correlato e i rischi psicosociali sono stati gestiti in modo efficace. Le candidature devono mostrare chiaramente in che modo le buone prassi sono state applicate nel luogo di lavoro (esempi ipotetici non saranno presi in considerazione) e possono contenere prove riguardanti:

  • una valutazione approfondita dei rischi psicosociali nel luogo di lavoro, seguita da attività pratiche volte a prevenire o ridurre i rischi psicosociali, attuate con un approccio partecipativo;
  • azioni organizzative volte a ridurre lo stress lavoro correlato, fra cui livelli d’intervento primario (eliminazione dei rischi), secondario (protezione dei lavoratori contro i rischi che non possono essere eliminati) e terziario (aiutare i lavoratori che soffrono di stress e problemi psicosociali);
  • interventi organizzativi focalizzati sul ruolo dell’alta dirigenza e dei quadri direttivi nella creazione di un buon ambiente di lavoro psicosociale;
  • l’attuazione di un approccio olistico alla sicurezza e alla salute sul lavoro, compresa la valutazione e la gestione dei rischi psicosociali e la promozione della salute mentale nel luogo di lavoro;
  • lo sviluppo e l’attuazione di strumenti pratici per la valutazione e la gestione dello stress e dei rischi psicosociali nel luogo di lavoro.

Cosa deve dimostrare una candidatura?

I giudici valuteranno la sussistenza dei seguenti elementi:

  • una gestione reale ed efficace dei rischi psicosociali e dello stress lavoro correlato;
  • interventi innovativi mirati al luogo di lavoro;
  • l’attuazione riuscita degli interventi;
  • miglioramenti reali e dimostrabili in materia di sicurezza e salute;
  • diversità della forza lavoro presa in considerazione;
  • effettiva partecipazione ed effettivo coinvolgimento dei lavoratori e dei loro rappresentanti;
  • sostenibilità dell’intervento nel lungo periodo;
  • trasferibilità ad altri luoghi di lavoro (compresi quelli in altri Stati membri e ad altre piccole e medie imprese);
  • tempestività (l’intervento dovrebbe essere recente o non ampiamente pubblicizzato).

Inoltre, l’intervento deve soddisfare, e idealmente superare, i pertinenti requisiti di legge dello Stato membro in cui è stato messo in atto. Gli interventi incentrati sull’individuo, quali la formazione, dovrebbero dimostrare come questi formano parte di un più ampio approccio alla gestione dei rischi psicosociali sul lavoro.

Gli esempi di buone prassi non devono essere stati concepiti unicamente per fini di lucro. Questo si riferisce a prodotti, strumenti o servizi che sono o potrebbero essere commercializzati.

Chi può partecipare?

Si accetteranno esempi di buone prassi presentati da imprese o organizzazioni degli Stati membri dell’UE, dei paesi candidati, dei paesi potenzialmente candidati e dei paesi aderenti all’Associazione europea di libero scambio, fra cui:

  • imprese individuali;
  • imprese o organizzazioni che rientrano nella catena di fornitura di prodotti, attrezzature o personale;
  • operatori della formazione e dell’istruzione;
  • organizzazioni dei datori di lavoro, associazioni di categoria, sindacati e organizzazioni non governative;
  • servizi regionali o locali per la prevenzione in materia di sicurezza e salute sul lavoro, servizi di assicurazione e altre organizzazioni intermediarie;
  • partner ufficiali della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri.

Come partecipare?

Il concorso Premio per le buone prassi è coordinato a livello nazionale dalla rete dei punti focali dell’EU-OSHA (www.healthy-workplaces.eu/fops). Il partner della rete del vostro paese fornirà i dettagli su come partecipare al concorso.

Le candidature sono giudicate prima a livello nazionale e i vincitori nazionali vengono poi scelti per prendere parte al concorso paneuropeo, in cui saranno decretati i vincitori finali.

Le organizzazioni internazionali o paneuropee e i partner ufficiale della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri possono inviare la propria candidatura direttamente all’EU-OSHA. Maggiori dettagli su come candidarsi al Premio per le buone prassi a livello europeo possono essere ottenuti scrivendo all’indirizzo gpa@healthy-workplaces.eu

Maggiori informazioni sono reperibili nell' opuscolo sul premio per le buone prassi 2014-2015