Notizie in primo piano
15/09/2020

Luoghi di lavoro più sicuri con OiRA nell’era della COVID-19: l’esempio della Francia

 © EU-OSHA

Come si possono aiutare le piccole imprese a mantenere il proprio personale in condizioni di sicurezza, particolarmente oggi, nel contesto della crisi sanitaria senza precedenti innescata dalla COVID-19? La Francia ha recentemente presentato una soluzione elegante basata su un regime di sovvenzioni.
Le imprese con meno di 50 dipendenti sono state incoraggiate a investire in misure di prevenzione, anche contro la COVID-19, i cui costi sono rimborsati fino al 50 % mediante sovvenzioni erogate a maggio dalla CNAM (cassa nazionale di assicurazione sanitaria). Una delle condizioni per farne domanda era di avere portato a termine una valutazione del rischio sul luogo di lavoro mediante l’OiRA (Online interactive Risk Assessment) , lo strumento predisposto allo scopo.
Da allora, con gli strumenti OiRA sono state effettuate in Francia oltre 7 000 valutazioni dei rischi sul luogo di lavoro, in settori quali il trasporto su strada, la ricezione alberghiera e la ristorazione nonché il commercio al dettaglio.
Con l’avvio di un altro programma di sovvenzioni a settembre, l’INRS (Istituto nazionale per la ricerca e la sicurezza, che si occupa di prevenzione degli incidenti e delle malattie lavoro-correlate) sta preparando per la pubblicazione altri strumenti, specifici per macellai, pescivendoli, fornai e molti altri settori ancora, nonché uno strumento per il lavoro d’ufficio, con una sezione dedicata al telelavoro.
Quello della Francia è un esempio di misure nazionali che può ispirare altri membri della comunità OiRA a organizzare una campagna con un esito altrettanto positivo.
Scopri i nove strumenti OiRA disponibili in Francia e i molti strumenti analoghi in altri paesi.