You are here

Presidenza maltese dell’UE

La presidenza del Consiglio dell’UE è condivisa tra i governi nazionali dei 28 Stati membri ed è trasferita da uno Stato membro ad un altro con cadenza semestrale, il 1° gennaio e il 1° luglio di ogni anno. L’ufficio di presidenza ha una responsabilità significativa: durante il suo mandato, lo Stato membro ospitante presiede le riunioni del Consiglio dell’UE, uno dei principali organi decisionali dell’Unione. La presidenza ha inoltre la responsabilità di assicurare che gli Stati membri lavorino in armonia, negoziando compromessi quando necessario e agendo in ogni momento nell’interesse dell’Unione europea nel suo complesso.

Il programma di lavoro della presidenza viene condiviso da tre Stati Membri (il «trio di presidenza») per un periodo di 18 mesi. La presidenza stabilisce obiettivi dettagliati che intende raggiungere durante il suo periodo in carica e, con gli altri membri del trio di presidenza, definisce gli obiettivi a lungo termine che non possono realisticamente essere raggiunti in soli sei mesi.

Malta ospiterà la presidenza del Consiglio dell’UE dal 1° gennaio al 30 giugno 2017.

Si tratterà del terzo e ultimo mandato dell’attuale trio di presidenza, dopo le presidenze di Paesi Bassi e Slovacchia. I tre paesi lavorano insieme dal gennaio 2016 per attuare il loro programma di lavoro di 18 mesi.

La presidenza maltese ha concentrato le proprie attività sui temi dell’inclusione, della migrazione e del mercato unico. Tra le sue priorità si annoverano le seguenti:

  • promuovere un approccio graduale all’inclusione sociale e ad aspetti quali l’uguaglianza di genere nel mercato del lavoro;
  • sostenere le iniziative europee a sostegno dei rifugiati;
  • incoraggiare il dibattito sul ruolo dell’UE e sulle sfide con cui l’UE dovrà confrontarsi, allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica verso tali tematiche;
  • esaminare in che modo eventuali modifiche alla legislazione in materia di mercato unico potrebbero offrire vantaggi alle piccole e medie imprese e ai consumatori.

Queste priorità della presidenza maltese riflettono le cinque priorità generali dell’agenda strategica del Consiglio europeo stabilite nel 2014.

Tali priorità sono:

  • posti di lavoro, crescita e competitività;
  • responsabilizzazione e protezione di tutti i cittadini;
  • un sindacato delle energie e una politica climatica lungimirante;
  • libertà, sicurezza e giustizia; e
  • rendere l’UE un forte attore globale.

 

Visita il sito della presidenza maltese

Leggi il programma di lavoro del trio di presidenza

Video: «Che cos’è la presidenza del Consiglio e come funziona?»