Comunicati stampa
COMUNICATO STAMPA - 21/10/2019 - 01:30

Unisciti all’EU-OSHA in occasione della Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 2019

Tra il 21 e il 25 ottobre l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) e la sua rete di partner segnano una tappa importante della campagna Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. La Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro mira a sensibilizzare in merito alla sicurezza e alla salute sul luogo di lavoro e a promuovere una prevenzione attiva e partecipativa dei rischi. La Settimana europea di quest’anno sostiene l’attuale campagna Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose.

Secondo uno studio Eurobarometro, che ha coinvolto quasi 28 000 persone in 28 paesi, il 65% degli intervistati si preoccupa di essere esposto a sostanze chimiche pericolose. È qui che lo strumento elettronico sulle sostanze pericolose dell’EU-OSHA può essere d’aiuto. Lo strumento, disponibile gratuitamente, fornisce ai datori di lavoro il supporto e la consulenza necessari per gestire in modo efficace le sostanze pericolose nell’ambiente di lavoro.

Milioni di lavoratori in tutta Europa entrano spesso in contatto con sostanze pericolose sul posto di lavoro e l’uso di tali sostanze è in aumento. Questa esposizione può avere effetti negativi sulla salute dei lavoratori e sulla loro capacità di lavorare a lungo termine, per cui la prevenzione è estremamente importante. Centinaia di eventi e attività organizzate in occasione della Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro mirano a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema e a incoraggiare lo scambio delle migliori pratiche per garantire un’efficace prevenzione dei rischi.

Christa Sedlatschek, direttore esecutivo dell’EU-OSHA, ritiene essenziale che tutte le imprese europee abbiano accesso alle conoscenze e alle risorse necessarie per migliorare la gestione dei rischi e sottolinea il ruolo centrale che la campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri ha svolto in questo senso: Secondo uno studio Eurobarometro, che ha coinvolto quasi 28 000 persone in 28 paesi, il 65 % degli intervistati è preoccupato per l’esposizione a sostanze chimiche pericolose. È qui che lo strumento elettronico sulle sostanze pericolose dell’EU-OSHA può essere d’aiuto. Lo strumento, disponibile gratuitamente, fornisce ai datori di lavoro il supporto e la consulenza necessari per gestire in modo efficace le sostanze pericolose nell’ambiente di lavoro.

Lo strumento elettronico interattivo, specificamente creato per microimprese e piccole imprese, aiuta le aziende a valutare i rischi connessi all’uso di sostanze pericolose e fornisce loro consigli personalizzati sulle buone pratiche e sulle modalità di applicazione di misure efficaci sul luogo di lavoro. A partire dalla sua introduzione, nel maggio 2018, sono state registrate ben 26 000 visite e lo strumento è stato adattato per Islanda , Norvegia e Portogallo. Altre versioni nazionali seguiranno più avanti.

L’EU-OSHA lavora a stretto contatto con la sua vasta rete di partner per promuovere la Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro e garantirne il successo. L’Agenzia ringrazia i suoi punti focali nazionali, i partner ufficiali della campagna e i partner nel settore dei media, in particolare per il sostegno fornito, fondamentale per il successo della Settimana europea.

I punti focali nazionali hanno organizzato un’ampia gamma di eventi nel corso della settimana. In Austria, Lituania, Italia e Slovacchia si tengono eventi di chiusura della campagna nazionale per esaminare i punti salienti della campagna, scambiarsi buone pratiche e riflettere sulle lezioni apprese.

 In Spagna, una conferenza a Barcellona si concentra sulla riduzione al minimo dell’esposizione agli agenti cancerogeni mentre un workshop a Madrid sottolinea l’importanza di una forte cultura della prevenzione dei rischi nella gestione delle sostanze pericolose. Inoltre una conferenza in Finlandia tratta della manipolazione sicura degli agenti chimici sul luogo di lavoro e offre consigli pratici ai partecipanti.

 

Infine, partner della campagna, partner nel settore dei media e sostenitori impegnati organizzano numerosi eventi di dimensioni minori in tutta Europa con lo stesso obiettivo: ridurre i rischi derivanti dalle sostanze pericolose nei luoghi di lavoro europei.

 

Partecipa!

Chiunque, dai dipendenti e datori di lavoro agli esperti di SSL e alle parti interessate, può partecipare alla Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro. Per contribuire a promuovere luoghi di lavoro più sani e sicuri, puoi:

 

  • scaricare e distribuire le risorse della campagna gratuite;
  • organizzare un evento o un’attività nella propria zona;
  • seguirci sui social media con #EUhealthyworkplaces e condividere messaggi e materiali promozionali;
  • partecipare a eventi e concorsi.

 

Collegamenti:

Note all'editore: 
1.

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) contribuisce a rendere l’Europa un luogo più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare. Oltre a svolgere ricerche, elaborare e distribuire informazioni affidabili, equilibrate e imparziali nel campo della sicurezza e della salute, l’Agenzia organizza campagne paneuropee di sensibilizzazione. Istituita nel 1994 dall’Unione europea, l’Agenzia, che ha sede a Bilbao, in Spagna, riunisce rappresentanti della Commissione europea, dei governi degli Stati membri, delle organizzazioni di datori di lavoro e di lavoratori nonché esperti di spicco in ciascuno degli Stati membri dell’UE e di altri paesi.

Ora ci potete seguire su Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube oppure potete iscrivervi alla nostra newsletter mensile OSHmail. Potete anche registrarvi per ricevere periodicamente notizie e informazioni dall'EU-OSHA attraverso feed RSS.

http://osha.europa.eu

2.

La campagna 2018-19 «Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose» mira a sensibilizzare il pubblico in merito alle sostanze pericolose presenti negli ambienti di lavoro e a informare sulla prevenzione dei rischi che ne derivano. Si rivolge in particolare ai lavoratori con esigenze specifiche oltre che alle categorie particolarmente esposte ai rischi, tra cui i lavoratori migranti e i giovani. Analogamente alle precedenti campagne «Ambienti di lavoro sani e sicuri», anche questa è coordinata su scala nazionale dai punti focali nazionali dell’EU-OSHA e beneficia inoltre del supporto dei partner ufficiali e dei partner nel settore dei media.

L’inaugurazione della campagna risale ad aprile 2018. Tra gli appuntamenti da non perdere vi sono le Settimane europee per la salute e la sicurezza sul lavoro (ottobre 2018 e 2019) e le cerimonie di consegna dei premi cinematografici «Ambienti di lavoro sani e sicuri» (novembre 2018 e 2019). Atto conclusivo della campagna sarà il vertice «Ambienti di lavoro sani e sicuri» (novembre 2019), occasione in cui l’EU-OSHA e tutti coloro che hanno contribuito alla campagna si incontreranno per fare il punto sui risultati conseguiti e su quanto appreso.