You are here

Comunicati stampa
COMUNICATO STAMPA - 22/10/2018 - 01:45

L’EU-OSHA guarda con fiducia al buon esito dell’edizione 2018 della Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro

Ogni anno l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) e i suoi partner organizzano eventi di sensibilizzazione entro e oltre i confini dell’UE nell’ambito della Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro. Il tema di quest’anno, al centro di un ampio ventaglio di entusiasmanti attività in programma dal 22 al 26 ottobre, è la gestione delle sostanze pericolose sul luogo di lavoro.

Il nostro obiettivo è agire a vantaggio dei lavoratori e dei quadri dirigenziali e garantire la tutela dell’ambiente svolgendo ricerca, raccogliendo una ricca mole di informazioni di natura pratica e sensibilizzando all’importanza della gestione attiva delle sostanze pericolose.

È possibile rilevare la presenza di sostanze pericolose in quasi ogni ambiente di lavoro: secondo i risultati dell’indagine ESENER-2 dell’EU-OSHA, infatti, il 38 % delle imprese dell’UE segnala che nel proprio ambiente di lavoro sono presenti sostanze chimiche o biologiche sotto forma di liquidi, fumi o polveri. La Settimana europea riunisce lavoratori, dirigenti ed esperti in materia di salute e sicurezza sul lavoro (SSL) con l’obiettivo di favorire una maggiore sensibilizzazione al tema delle sostanze pericolose negli ambienti di lavoro, permettere lo scambio delle migliori pratiche e promuovere una gestione efficace della salute e sicurezza sul lavoro.

L’EU-OSHA collabora con una rete diffusa di punti focali nazionali, partner ufficiali della campagna, partner nel settore dei media e ambasciatori per la SSL appartenenti alla rete Enterprise Europe. Tale collaborazione punta a sensibilizzare il pubblico nel corso della Settimana europea mediante l’organizzazione di svariate manifestazioni, tra cui conferenze, concorsi, sessioni di formazione, esposizioni ed eventi mirati alle buone pratiche e a creare opportunità di networking.

Tra le attività più rilevanti in programma è possibile ricordare il seminario sulle buone pratiche, che si svolgerà in Croazia e sarà dedicato a come operare con miscele e sostanze pericolose, mentre in Finlandia le aziende potranno realizzare visite improntate allo scambio delle migliori pratiche e in Romania si terranno eventi volti a promuovere la SSL e il coinvolgimento delle parti sociali. I riflettori saranno invece puntati sulla sicurezza chimica nei seminari organizzati in Slovenia, Ungheria, Polonia, Lettonia, Italia e Bulgaria.

Le attività dei partner nel settore dei media includono la pubblicazione di articoli su Gesunde Arbeit in Austria, il contributo del Foundation Center for Safety and Health in Bulgaria e un’ampia copertura sui social media in tutta Europa. 

La European Safety Federation, partner ufficiale della campagna, conduce un workshop sul nuovo regolamento in materia di dispositivi di protezione individuale (DPI), mentre la European Firefighters Unions Alliance organizza un seminario che tratta le sostanze pericolose e l’ambiente di lavoro dei vigili del fuoco. L’impresa di costruzioni Sando tiene una conferenza sull’innovazione nel campo delle tecnologie di prevenzione.

La dott.ssa Christa Sedlatschek, direttrice dell’EU-OSHA, ha dichiarato: «L’indagine ESENER ha dimostrato che le sostanze pericolose sono presenti in qualsiasi settore, per esempio in quelli tradizionali delle costruzioni e della produzione manifatturiera (con un’incidenza superiore al 50 % tra le imprese dell’UE) e dell’agricoltura (in misura pari al 62 % tra le imprese dell’Unione europea). Il nostro obiettivo è agire a vantaggio dei lavoratori e dei quadri dirigenziali e garantire la tutela dell’ambiente svolgendo ricerca, raccogliendo una ricca mole di informazioni di natura pratica e sensibilizzando all’importanza della gestione attiva delle sostanze pericolose.»

I premi per le buone pratiche nell’ambito della campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri», parte integrante della campagna 2018-19, vogliono essere un riconoscimento per le organizzazioni impegnate nella gestione attiva delle sostanze pericolose. Il concorso è tuttora in fase di svolgimento in molti paesi. Chiunque sia rimasto particolarmente colpito dall’eccezionalità o dal carattere innovativo dell’approccio alla gestione delle sostanze pericolose da parte della propria organizzazione può rivolgersi al punto focale del proprio paese per ottenere indicazioni su come procedere per avanzare una candidatura ai premi. Chi invece è ancora alla ricerca di consigli sulla gestione ottimale delle sostanze pericolose nell’ambiente di lavoro può consultare la nuova banca dati degli strumenti pratici e orientamenti dell’EU-OSHA.

L’EU-OSHA, inoltre, ha rinnovato il kit di strumenti per la campagna 2018-19. Il nuovo kit contiene molti esempi inediti di buone pratiche e offre consigli pratici su come condurre un’efficace campagna su qualsiasi argomento correlato alla salute e sicurezza sul lavoro, sostanze pericolose incluse.

Collegamenti:

Note all'editore: 
1.

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) contribuisce a rendere l’Europa un luogo più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare. Oltre a svolgere ricerche, elaborare e distribuire informazioni affidabili, equilibrate e imparziali nel campo della sicurezza e della salute, l’Agenzia organizza campagne paneuropee di sensibilizzazione. Istituita nel 1994 dall’Unione europea, l’Agenzia, che ha sede a Bilbao, in Spagna, riunisce rappresentanti della Commissione europea, dei governi degli Stati membri, delle organizzazioni di datori di lavoro e di lavoratori nonché esperti di spicco in ciascuno degli Stati membri dell’UE e di altri paesi.

Ora ci potete seguire su Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube oppure potete iscrivervi alla nostra newsletter mensile OSHmail. Potete anche registrarvi per ricevere periodicamente notizie e informazioni dall'EU-OSHA attraverso feed RSS.

http://osha.europa.eu

2.

La campagna 2018-19 «Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose» mira a sensibilizzare il pubblico in merito alle sostanze pericolose presenti negli ambienti di lavoro e a informare sulla prevenzione dei rischi che ne derivano. Si rivolge in particolare ai lavoratori con esigenze specifiche oltre che alle categorie particolarmente esposte ai rischi, tra cui i lavoratori migranti e i giovani. Analogamente alle precedenti campagne «Ambienti di lavoro sani e sicuri», anche questa è coordinata su scala nazionale dai punti focali nazionali dell’EU-OSHA e beneficia inoltre del supporto dei partner ufficiali e dei partner nel settore dei media.

L’inaugurazione della campagna risale ad aprile 2018. Tra gli appuntamenti da non perdere vi sono le Settimane europee per la salute e la sicurezza sul lavoro (ottobre 2018 e 2019) e le cerimonie di consegna dei premi cinematografici «Ambienti di lavoro sani e sicuri» (novembre 2018 e 2019). Atto conclusivo della campagna sarà il vertice «Ambienti di lavoro sani e sicuri» (novembre 2019), occasione in cui l’EU-OSHA e tutti coloro che hanno contribuito alla campagna si incontreranno per fare il punto sui risultati conseguiti e su quanto appreso.