You are here

Napo: la sicurezza con un sorriso

Napo — safety with a smile

Napo, protagonista di una serie di cartoni animati, introduce in maniera spiritosa e stimolante argomenti relativi alla salute e alla sicurezza sul lavoro (SSL) e la prevenzione di rischi.

Napo è un comune lavoratore di un'industria o di un settore qualsiasi. Spesso è esposto a pericoli e situazioni di rischio comuni sul luogo di lavoro, ma prende parte attivamente all'individuazione dei rischi e alla proposta di soluzioni pratiche.

Adesso Napo è diventato il principale ambasciatore delle campagne Ambienti di lavoro sani e sicuri dell'EU-OSH e molti dei suoi film riguardano o promuovono queste campagne. Napo compare anche di persona in occasione dei principali eventi delle campagne.

I film di NAPO

Assieme ai suoi colleghi, Napo è il protagonista di una serie di film senza parole che permettono alle persone di qualsiasi estrazione sociale, cultura ed età di comprendere e identificarsi con lui. I film trattano un'ampia gamma di tematiche in materia di sicurezza e salute, per esempio:

Quando vengono individuati dei temi rilevanti, vengono regolarmente prodotti nuovi film. I film sono prodotti dal consorzio Napo, che è costituito da un piccolo gruppo di organizzazioni europee di SSL dall'EU-OSHA.

Napo per gli insegnanti

Napo aiuta anche a presentare argomenti di salute e sicurezza a bambini della scuola primaria. L'EU-OSHA, sostenuta dal consorzio Napo, ha creato un kit di strumenti online per gli insegnanti relativi alla sicurezza e alla salute sul lavoro. Vengono forniti pacchetti didattici contenenti:

  • messaggi chiave e obiettivi di apprendimento;
  • proposte di attività e risorse online;
  • esempi di pianificazione di una lezione di 45 minuti.

Dopo aver attuato con successo un programma pilota, queste lezioni vengono sviluppate e divulgate in tutta Europa.

Il consorzio Napo

Il Consorzio NAPO è stato creato nell’ambito dell’Anno europeo della sicurezza, dell’igiene e della salute sul luogo di lavoro (1992-1993) e dei festival cinematografici europei organizzati dalla Commissione europea.

La Commissione ha sostenuto i festival cinematografici in quanto riteneva possibile individuare i migliori film e adattarli in modo che fossero usati in tutta l’Unione europea. Questo obiettivo, però, si è rivelato difficile da realizzare. Da un lato, infatti, molti film erano stati girati da società di produzioni commerciali che non erano disposte a rinunciare ai loro diritti. Dall’altro, le differenze culturali facevano sì che le immagini, la trama, l’impatto visivo ed emotivo rendessero difficile l’adattamento e la trasposizione dei film al di là dei confini nazionali.

Dopo il festival cinematografico di Strasburgo del 1995, quattro esperti in comunicazione attiva provenienti da Francia, Germania, Svezia e Regno Unito si sono riuniti per discutere in quali modi fosse possibile commissionare e produrre un film fruibile in tutta Europa. 

Il Consorzio Napo comprende attualmente otto soci: AUVA (Austria), CIOP (Polonia), DGUV (Germania), EU-OSHA (Bilbao, Spagna), INAIL (Italia), INRS (Francia), SUVA (Svizzera) e TNO (Paesi Bassi).