Svezia: protezione dei lavoratori dai nanotubi di carbonio potenzialmente pericolosi nel settore manifatturiero
02/11/2019 Digita: Studi di casi concreti 3 pagine

Svezia: protezione dei lavoratori dai nanotubi di carbonio potenzialmente pericolosi nel settore manifatturiero

Keywords:Campagna 2018-2019, Sostanze pericolose, Carcinogens
Premio per le buone pratiche 2018-2019 della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri
Organizzazione premiata 

I nanomateriali stanno diventando sempre più comuni nei luoghi di lavoro, man mano che le imprese ne sfruttano sempre di più le numerose proprietà benefiche. In che misura l’esposizione a queste sostanze influisce sulla salute dei lavoratori non è chiaro.

L’azienda manifatturiera svedese Atlas Copco Industrial Technique ha adottato un approccio precauzionale alla gestione dell’esposizione dei lavoratori ai nanotubi di carbonio generati dai processi di lavoro nei propri laboratori, installando cappe aspiranti e impianti di estrazione al fine di garantire che i lavoratori non inalino polveri potenzialmente pericolose.

Sono state coinvolte nell’elaborazione e nell’attuazione di queste misure preventive le parti interessate a tutti i livelli – dirigenti, rappresentanti della sicurezza e ingegneri collaudatori – e la società diffonde attivamente la conoscenza di questa buona pratica tra i suoi clienti e altre imprese.

Download in:EN | SV

Ulteriori pubblicazioni su questo argomento