Notizie in primo piano

05/08/2020

© EU-OSHA 

L’indagine 2020 tra le parti interessate dell’EU-OSHA conferma una percezione positiva del contributo dell’Agenzia all’opera di sensibilizzazione in merito ai rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro (SSL) e all’individuazione di soluzioni in tale ambito nonché a un miglioramento della SSL nel luogo di lavoro, secondo il 90 % degli intervistati.

30/07/2020

© Arpad Pinter / PIXELTASTER

Un agente di polizia, un addetto alla reception e un podologo, tutti affetti da un disturbo muscoloscheletrico (DMS) cronico, discutono delle loro esperienze in uno studio riguardo al problema sanitario globale più diffuso tra i lavoratori.

Essi figurano in una serie di studi di casi sul rientro al lavoro o sulla permanenza in servizio con un DMS cronico, quale dolore alla schiena, al collo, alle braccia o alle gambe. La relazione sugli studi sottolinea l’importanza di continuare a considerare gli impiegati meritevoli affetti da DMS come una «risorsa» e non un «problema».

28/07/2020

Image by anjawbk from Pixabay

Una nuova relazione riassume i risultati di un importante progetto dell’EU-OSHA nell’intento di sensibilizzare in merito all’esposizione ad agenti biologici sul luogo di lavoro e di fornire informazioni essenziali ai responsabili politici.

L’esposizione agli agenti biologici sul luogo di lavoro è correlata a numerosi problemi di salute, tra i quali malattie infettive e allergie. Benché siano colpite numerose professioni, si riscontra una scarsa consapevolezza generale al riguardo.

21/07/2020

© Cristina Vatielli

La sfida posta da una forza lavoro che invecchia e si assottiglia non è una novità per l’Europa: entro il 2030 dovrebbe essere costituita per il 30 % o più da lavoratori di età compresa tra i 55 e i 64 anni. Nel frattempo, molti lavoratori escono dal mercato del lavoro ben prima di raggiungere l’età del pensionamento.

È essenziale individuare soluzioni sostenibili per garantire condizioni di sicurezza, salute ed equità sin dall’inizio della vita lavorativa di una persona al fine di fermare questa tendenza negativa e migliorare la produttività sul lungo termine.

14/07/2020

Icons made by smalllikeart from www.flaticon.com

Che tu sia un medico esperto in sicurezza e salute sul lavoro (SSL) o un ricercatore oppure semplicemente se segui con passione gli ultimi sviluppi, le politiche e le azioni dell’UE nel mondo della SSL, la nostra newsletter è la migliore fonte di informazioni.

Ti aggiorna sugli eventi chiave della SSL in tutto il mondo e sulle attività di sensibilizzazione di punta dell’EU-OSHA e dei suoi progetti di ricerca, finalizzati a rendere i posti di lavoro più sicuri e più sani per tutti.

01/07/2020

La Germania eserciterà la presidenza del Consiglio dell’UE (uno degli organi decisionali più importanti dell’Unione) fino al 31 dicembre 2020. Subentrerà alla Croazia e sarà il primo paese del nuovo trio di presidenza, della durata di 18 mesi, insieme a Portogallo e Slovenia.

La presidenza tedesca intende combattere il coronavirus e fronteggiare le conseguenze economiche della pandemia, pur senza trascurare altre importanti questioni cui l’UE si trova confrontata. L’obiettivo generale è garantire che l’Europa esca dalla crisi più forte e più resiliente che mai.

23/06/2020

© EU-OSHA /Adam Skrzypczak

Lavori fisicamente impegnativi, come la manipolazione dei pazienti, costituiscono un fattore di rischio significativo per i disturbi muscolo-scheletrici (DMS), rendendoli una preoccupazione diffusa tra gli operatori del settore sanitario, con il mal di schiena e il dolore agli arti superiori tra i problemi comunemente segnalati. Come possiamo dunque affrontare i DMS in questo settore?

Il nostro documento di riflessione offre una panoramica dei DMS nei luoghi di lavoro della sanità, esamina i fattori di rischio e affronta interventi efficaci per prevenire, ridurre e gestire i DMS.

18/06/2020

Image by Gerd Altmann from Pixabay

L’espansione del commercio globale negli ultimi decenni ha portato a una crescita dei rapporti di fornitura transnazionali, il che è stato spesso accompagnato da una tendenza tra Stati membri verso l’esternalizzazione nelle catene di approvvigionamento.

Questo documento di riflessione esamina le sfide e le opportunità per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro presentate dai cambiamenti recenti e futuri nelle relazioni lungo le catene di approvvigionamento. Gli autori offrono esempi di buone prassi e discutono le azioni per il futuro.

09/06/2020

© iStock.com/andresr

Una nuova relazione riassume i risultati del progetto pluriennale dell’EU-OSHA che esamina ricerche, politiche e prassi in materia di prevenzione dei disturbi muscoloscheletrici lavoro-correlati (DMS), volto a promuovere lo sviluppo di strategie per affrontare questo problema di salute e la sicurezza sul lavoro altamente prevalente nei contesti professionali in Europa.

Pages

Pages