Comunicati stampa
COMUNICATO STAMPA - 12/11/2019 - 14:00

Il vertice «Ambienti di lavoro sani e sicuri» promuove le migliori pratiche per la gestione delle sostanze pericolose sul luogo di lavoro

Oggi l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) ospita a Bilbao, Spagna, le parti interessate europee della sicurezza e salute sul lavoro (SSL) per il vertice «Ambienti di lavoro sani e sicuri» del 2019. Dopo un’altra campagna di due anni con ottimi risultati, questo vertice offre l’occasione ideale per riflettere sugli insegnamenti tratti e condividere le migliori pratiche per la gestione delle sostanze pericolose sul luogo di lavoro.

La partecipazione alla campagna 2018-2019 ha raggiunto un livello senza precedenti. I punti focali dell’EU-OSHA hanno organizzato in oltre 30 paesi oltre 350 attività alle quali hanno aderito più di 17 000 partecipanti.

Esperti di primo piano in materia di SSL e decisori di tutta Europa uniscono le forze con le istituzioni dell’UE, i punti focali nazionali dell’EU-OSHA, i partner ufficiali della campagna, i partner mediatici e le parti sociali per riflettere sui risultati della campagna del 2018-19 Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose. A tal fine, condividono conoscenze e migliori prassi e valutano le strategie future per una prevenzione efficace e una gestione sostenibile delle sostanze pericolose.

Un gran numero di lavoratori europei è esposto quotidianamente a sostanze pericolose e l’utilizzo di sostanze chimiche nocive è in aumento. La nostra ultima indagine ESENER-3 del 2019 conferma che il 38 % delle imprese europee riferisce la presenza di sostanze chimiche o biologiche potenzialmente pericolose nei propri luoghi di lavoro (1). La campagna di sensibilizzazione 2018-2019 dell’EU-OSHA ha ottenuto ottimi risultati nel sensibilizzare in merito ai rischi cui sono esposti i lavoratori e a promuovere una cultura della prevenzione.

Christa Sedlatschek, direttore esecutivo dell’EU-OSHA, sottolinea la determinazione dell’Agenzia a creare una cultura di prevenzione dei rischi e come questa sia stata decisiva per il successo della campagna:

«La partecipazione alla campagna 2018-2019 ha raggiunto un livello senza precedenti. I punti focali dell’EU-OSHA hanno organizzato in oltre 30 paesi oltre 350 attività alle quali hanno aderito più di 17 000 partecipanti. Il vertice “Ambienti di lavoro sani e sicuri” segna la conclusione di questa fortunata campagna, che proseguirà ulteriormente offrendo al nostro pubblico strumenti pratici e orientamento e impegnandoci costantemente nella realizzazione del piano d’azione “Tabella di marcia sugli agenti cancerogeni”».

I workshop paralleli – organizzati per stimolare il dibattito tra delegati – si concentrano sui seguenti argomenti:

  • misure di prevenzione per ridurre al minimo l’esposizione ad agenti cancerogeni sul lavoro;
  • buone pratiche e interventi efficaci;
  • gestione sostenibile e sostituzione di sostanze pericolose nei processi di produzione;
  • sfide future per una prevenzione efficace. 

Uno dei punti salienti del vertice è la cerimonia dei Premi per le buone pratiche nell’ambito della campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri», che celebra i contributi innovativi delle imprese per il miglioramento della SSL e la promozione delle buone pratiche. Quest’anno, 10 organizzazioni vengono premiate ed elogiate per i loro approcci proattivi e sostenibili nella protezione dei lavoratori dalle sostanze pericolose.

Nel discorso di apertura, Greet Schoeters dell’Agenzia europea dell’ambiente, presenta il suo punto di vista su come possiamo mettere a frutto gli insegnamenti del passato per ispirare e migliorare le pratiche future.

La sessione finale dell’evento analizza i preparativi in corso per la campagna 2020-22 dal titolo Ambienti di lavoro sani e sicuri alleggeriscono il carico. Questa campagna, la prima ad essere realizzata in un ciclo di tre anni, mira a sensibilizzare le coscienze sui disturbi muscoloscheletrici (DMS) legati al lavoro e a promuovere la gestione e la prevenzione di questo problema diffuso ed estremamente delicato.

Il vertice è trasmesso in streaming in diretta online e tutte le sessioni parallele saranno registrate e messe a disposizione sul sito web dell’EU-OSHA.

Collegamenti:

(1) Primi risultati – Terza indagine europea tra le imprese sui rischi nuovi ed emergenti (ESENER-3), EU-OSHA, 2019, di prossima pubblicazione nel 2019.

Note all'editore: 
1.

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) contribuisce a rendere l’Europa un luogo più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare. Oltre a svolgere ricerche, elaborare e distribuire informazioni affidabili, equilibrate e imparziali nel campo della sicurezza e della salute, l’Agenzia organizza campagne paneuropee di sensibilizzazione. Istituita nel 1994 dall’Unione europea, l’Agenzia, che ha sede a Bilbao, in Spagna, riunisce rappresentanti della Commissione europea, dei governi degli Stati membri, delle organizzazioni di datori di lavoro e di lavoratori nonché esperti di spicco in ciascuno degli Stati membri dell’UE e di altri paesi.

Ora ci potete seguire su Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube oppure potete iscrivervi alla nostra newsletter mensile OSHmail. Potete anche registrarvi per ricevere periodicamente notizie e informazioni dall'EU-OSHA attraverso feed RSS.

http://osha.europa.eu

2.

La campagna 2018-19 «Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose» mira a sensibilizzare il pubblico in merito alle sostanze pericolose presenti negli ambienti di lavoro e a informare sulla prevenzione dei rischi che ne derivano. Si rivolge in particolare ai lavoratori con esigenze specifiche oltre che alle categorie particolarmente esposte ai rischi, tra cui i lavoratori migranti e i giovani. Analogamente alle precedenti campagne «Ambienti di lavoro sani e sicuri», anche questa è coordinata su scala nazionale dai punti focali nazionali dell’EU-OSHA e beneficia inoltre del supporto dei partner ufficiali e dei partner nel settore dei media.

L’inaugurazione della campagna risale ad aprile 2018. Tra gli appuntamenti da non perdere vi sono le Settimane europee per la salute e la sicurezza sul lavoro (ottobre 2018 e 2019) e le cerimonie di consegna dei premi cinematografici «Ambienti di lavoro sani e sicuri» (novembre 2018 e 2019). Atto conclusivo della campagna sarà il vertice «Ambienti di lavoro sani e sicuri» (novembre 2019), occasione in cui l’EU-OSHA e tutti coloro che hanno contribuito alla campagna si incontreranno per fare il punto sui risultati conseguiti e su quanto appreso.