You are here

Comunicati stampa
COMUNICATO STAMPA - 21/11/2017 - 01:30

Il vertice «Ambienti di lavoro sani e sicuri» sottolinea le migliori prassi e le soluzioni politiche per gestire una forza lavoro che invecchia.

I principali esperti europei per la sicurezza e la salute sul lavoro (SSL) si riuniscono oggi a Bilbao, in Spagna, per il vertice Ambienti di lavoro sani e sicuri dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA). Questo vertice segna il termine della campagna di successo «Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età», con l’obiettivo di promuovere una vita lavorativa sostenibile nel contesto dell’invecchiamento della forza lavoro europea.

Il 27 % dei lavoratori ritiene di non essere in grado di continuare il lavoro attualmente svolto all’età di 60 anni.

Oltre 350 delegati, inclusi i responsabili delle decisioni politiche, le parti sociali, i partner della campagna, i rappresentanti della Commissione europea, gli esperti di SSL e altre principali parti interessate, riflettono sui risultati dei 2 anni di campagna e sulle lezioni apprese e si scambiano buone pratiche per un lavoro sostenibile. I partecipanti festeggiano anche il successo del programma di partenariato di questa campagna, che ha attirato un numero record di partner ufficiali della campagna e di partner mediatici, nonché il ventesimo anniversario di Napo, l’apprezzato protagonista dei cartoni animati sulla SSL. Il vertice è trasmesso in streaming in diretta online e tutte le sessioni saranno registrate e rese disponibili sul canale YouTube di EU-OSHA.

La forza lavoro europea sta invecchiando e l’età ufficiale di pensionamento aumenta in tutta Europa. Il cambiamento demografico della forza lavoro presenta numerose sfide per le organizzazioni, anche perché il 27 % dei lavoratori ritiene di non essere in grado di continuare il proprio lavoro attuale all’età di 60 anni[1]. Tali questioni sono rafforzate dai risultati del progetto del Parlamento europeo Lavoro più sano e sicuro ad ogni età. I risultati principali possono essere visualizzati online tramite lo strumento di visualizzazione plurilingue e interattivo. Oltre a sensibilizzare in merito alle sfide poste dall’invecchiamento della forza lavoro europea, la campagna è riuscita anche a dare accesso a soluzioni concrete, legali e politiche per affrontarle.

Marianne Thyssen, commissaria europea responsabile per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità del lavoro, sottolinea l’importanza del lavoro dell’UE-OSHA e il suo contributo al raggiungimento degli obiettivi del pilastro europeo dei diritti sociali e del quadro strategico della Commissione europea in materia di SSL: «Un ambiente di lavoro sano e sicuro è una delle pietre angolari del pilastro europeo dei diritti sociali. Nel corso della campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età”, l’EU-OSHA ha assunto un ruolo di primo piano per promuovere l’invecchiamento sostenibile della forza lavoro e impedire l’uscita anticipata dal mercato del lavoro. Esprimiamo il nostro riconoscimento per l’impegno profuso nel portare avanti il nostro obiettivo di un’Europa più giusta e più equa per tutti i cittadini».

L’importanza della rete tripartita di sostegno al lavoro dell’UE-OSHA, e in particolare alla campagna, è sottolineata anche da Károly György, presidente del consiglio di direzione dell’UE-OSHA: «L’importanza della cooperazione tra tutte le parti non sarà mai sufficientemente sottolineata. Solo lavorando insieme, le agenzie governative, i rappresentanti dei lavoratori, i datori di lavoro e i partner della campagna possono tutelare il futuro della forza lavoro dell’Europa. Concentrando i nostri interventi all’inizio della vita lavorativa, mirando a una prevenzione efficace,possiamo garantire che la sostenibilità sia al centro del processo decisionale e che il benessere dei lavoratori sia prioritario».

Le sessioni plenarie di apertura includono un intervento sulle disuguaglianze a livello di salute nel contesto dell’invecchiamento della forza lavoro e una discussione di gruppo su politiche e strategie efficaci per promuovere un invecchiamento in buona salute. Altre sessioni si concentrano sulle misure che possono essere adottate per promuovere il lavoro sostenibile, le buone pratiche per la riabilitazione e la ripresa del lavoro e il potere della comunicazione non verbale e dell’umorismo per raggiungere un pubblico più vasto. I partecipanti hanno anche l’opportunità di svolgere attività di networking, scambiare buone pratiche e condividere esperienze in merito alla campagna.

Nella sessione plenaria finale, ai delegati del vertice saranno fornite maggiori informazioni sulla prossima campagna 2018-19 Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose. Questa campagna mira a sensibilizzare in merito all’esposizione professionale a sostanze pericolose e sottolinea l’importanza della gerarchia di prevenzione nota come principio STOP: sostituzione, controlli tecnici, misure organizzative e dispositivi di protezione individuale.

Collegamenti:

Scopri di più sul vertice e seguilo in diretta

Seguici su Twitter e usa gli hashtag #EUOSHAsummit e #EUhealthyworkplaces

Informazioni dettagliate complete sulla campagna ambienti di lavoro sani e sicuri 2016-17 sono reperibili online

 

Note all'editore: 
1.

L'obiettivo dell'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) è contribuire a rendere l'Europa un luogo più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare. Oltre a svolgere ricerche ed elaborare e distribuire informazioni affidabili, equilibrate e imparziali nel campo della sicurezza e della salute, l'Agenzia organizza campagne paneuropee di sensibilizzazione. Istituita nel 1994 dall'Unione europea, l'EU-OSHA, che ha sede a Bilbao (Spagna), riunisce rappresentanti della Commissione europea, dei governi degli Stati membri, delle organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori nonché esperti di spicco in ciascuno dei 28 Stati membri dell'UE e oltre.

Ora ci potete seguire su Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube oppure potete iscrivervi alla nostra newsletter mensile OSHmail. Potete anche registrarvi per ricevere periodicamente notizie e informazioni dall'EU-OSHA attraverso feed RSS.

http://osha.europa.eu

2.

«Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età» è stata una campagna decentrata aperta alle persone e alle organizzazioni a livello locale, nazionale ed europeo. È stata coordinata a livello nazionale dai punti focali dell’UE-OSHA in oltre 30 paesi europei e sostenuta dai partner ufficiali della campagna, ossia organizzazioni paneuropee e multinazionali e partner mediatici della campagna.

Nel corso del 2016 e del 2017, l’EU-OSHA ha avviato una campagna per sensibilizzare in merito all’importanza dell’invecchiamento sostenibile della forza lavoro. Sebbene la gestione di una forza lavoro che invecchia rappresenti una sfida, questa campagna ha inteso fornire orientamenti utili e chiari sulle misure che possono essere adottate per favorire il lavoro sostenibile e impedire l’uscita anticipata dal mercato del lavoro. Gli obiettivi principali della campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri 2016-17» sono i seguenti:

  • promuovere il lavoro sostenibile e l’invecchiamento in buona salute fin dall’inizio della vita lavorativa;
  • prevenire i problemi di salute nel corso dell’intera vita lavorativa;
  • offrire ai datori di lavoro e ai lavoratori modalità per gestire la sicurezza e la salute sul lavoro nel contesto di una forza lavoro che invecchia; e
  • incoraggiare lo scambio di informazioni e le buone pratiche.
3.

Il vertice «Ambienti di lavoro sani e sicuri» rappresenta il culmine di una serie di tappe di successo che hanno caratterizzato questa campagna destinata a sensibilizzare in merito alla necessità di lavorare in modo sostenibile, tra cui: due settimane europee per la sicurezza e la salute sul lavoro, un premio europeo di buone pratiche e due premi cinematografici «Ambienti di lavoro sani e sicuri». Durante la campagna sono state rese liberamente disponibili alcune risorse, tra cui, una guida elettronica, strumenti pratici, film di Napo e informazioni su casi studio, per aiutare le piccole imprese a gestire l’invecchiamento sul luogo di lavoro.